MASSIMILIANO FERRI
chirurgo plastico

mentoplastica

Mentoplastica

 
ll mento non è di per sé un elemento focale del viso, ma se presenta qualche
evidente dissonanza con il resto del viso, immediatamente cattura l’attenzione.
 
Attraverso un’incisione realizzata all’interno della bocca, tra la gengiva inferiore
e il labbro, il chirurgo accede all’osso mentoniero e quindi può agevolmente applicare la piccola protesi o ridurre in parte l’osso stesso, secondo l’esigenza. L’intervento termina con le suture e il bendaggio del viso, che limita il gonfiore nel post operatorio. All’esterno, una volta normalizzati i tessuti (anche già dopo un paio di settimane) non è visibile alcun segno.

In particolari casi è possibile aumentare la sporgenza del mento con
l’introduzione di semplice acido ialuronico. La sostanza infiltrata è riassorbibile e quindi l’intervento risulta completamente reversibile. Alcuni pazienti preferiscono infatti valutare in un primo momento l’esito del rimodellamento attraverso una procedura temporanea per poi decidere più consapevolmente in seguito per un’eventuale mentoplastica definitiva con protesi.

Quick Info

Anestesia: locale e sedazione.

Degenza: ambulatoriale (circa 3 ore)

Ripresa: Persisterà un leggero gonfiore per una settimana circa.
European Board Plastic Reconstructive & Aesthetic Surgery (EBOPRAS)

LOCATION

Via Cassia 557
00189 Roma
tel 06 3312385